NEWS

  • VENERDì 9 novembre 2018
    Forum Toscana 2018: il programma
  • sabato 10 novembre 2018
    @forumtoscana - Seguici su twitter
  • sabato 10 novembre 2018
    www.facebook.com/ centroculturale puntodiincontro

ospiti dal MONDO


FORUM TOSCANA 2016 / FRANCIA

Virginie Riva
Dottoressa in scienze politiche, Virginie Riva è oggi corrispondente per Europe 1 a Roma. Ha pubblicato con Bérengère Massignon, L'Europe avec ou sans Dieu : héritages et nouveaux défis (L’Atelier, 2010) e nel 2015 Converties (ed. Seuil).

FORUM TOSCANA 2014 / UCRAINA

Jurij Andruchovych
Poeta, romanziere, traduttore e saggista ucraino, nel giro di pochi anni è divenuto l'alfiere di una nuova generazione di scrittori provenienti dall'Est europeo. Nato nel 1960 a Ivano-frankivs'k, nel 1987 ha fondato con Vyktor Neborak e Oleksander Irvanets il gruppo poetico Bu-Ba-Bu. Nel 1985 ha pubblicato la raccolta di liriche "Il cielo e le piazze", che ha ottenuto una positiva accoglienza della critica, confermata dalle successive silloge "Centro città" e "Uccelli esotici e vegetazioni". È del 1991, invece, il suo debutto da romanziere con "Rekreatsije", seguito nel 1993 da "Moscoviade" e da "Perverzija" (1996).

FORUM TOSCANA 2013 / KENYA

Situato a Nairobi, iHub è uno spazio aperto alle comunità ad alta tecnologia composte da tecnici, investitori, aziende tecnologiche e hacker. Un incubatore che rivolge una particolare attenzione ai giovani imprenditori, programmatori web e mobile, designer, ricercatori. Con oltre 12000 membri iHub opera in base ai principi guida dell'innovazione aperta, della tecnologia, della ricerca e dell'imprenditorialità.

Leonida Mutuku
Leonida Mutuku è a capo del Data Science Lab iHub Research. In passato si è occupata di ricerca quantitativa accademica e finanziaria. Leonida ha precedentemente lavorato presso Family Bank e Barclays Bank. È esperta di progettazione di ricerca, analisi dei dati e visualizzazione creativa dei dati. Lavora a stretto contatto con start-up ad alta innovazione tecnologica.

FORUM TOSCANA 2012 / CINA

Zhang Jie
Nata a Pechino nel 1937. Dopo aver studiato economia, lavora per il ministero cinese per l'industria; dal 1969 al 1972 è in esilio forzato, obbligata alla rieducazione dal governo di Mao. In questo periodo inizia a scrivere racconti che pubblicherà solo dopo la fine della rivoluzione culturale. Lasciata la carriera ministeriale, si dedica completamente alla narrativa, diventando membro dell'Associazione Cinese degli Scrittori e imponendosi all'attenzione mondiale come una delle principali autrici della letteratura cinese contemporanea. Ottiene svariati premi in patria e all'estero, più volte candidata al Nobel per la letteratura, viene accolta nella American Academy and Institute of Arts and Letters. Nelle sue opere analizza i mutamenti radicali operati dalla modernizzazione della Cina, specialmente nel mondo femminile. Il romanzo Senza parole (Salani, 2008) è un affresco del Novecento cinese, visto attraverso la storia di tre generazioni di donne; un intreccio epico che delinea il passaggio dal mondo cinese ancora feudale dell'inizio del secolo all'odierno capitalismo tecnologico, attraverso le le varie rivoluzioni e controrivoluzioni, la guerra contro il Giappone, il governo di Mao.